Indietro

Prontuario sullo zavorramento

Calcolo, fattori che influenzano e possibilita di zavorramento
I test in galleria del vento garantiscono un calcolo più preciso e allo stesso tempo l'ottimizzazione dell'impianto riducendo la zavorratura.

Calcolo dello zavorramento

Il calcolo della zavorra è molto complesso, così come il calcolo della capacità di carico dell'intero sistema.

L'obiettivo è verificare la sicurezza statica del sistema per tetti piani per ogni singolo progetto. Il carico di vento può causare lo spostamento dell'intero sistema o parti di esso, oppure causarne il ribaltamento. Per evitare che ciò accada, la sicurezza statica del sistema viene garantita dalla zavorra. La zavorra serve quindi a contrastare il carico di vento, pertanto deve essere prima determinato il carico di vento specifico ed in funzione di questo viene dimensionata la zavorra.

Per ogni progetto, la pressione massima della raffica di vento è determinata dal software di pianificazione K2 Base On in accordo con l'Eurocodice. Quando il vento soffia sul sistema, il carico non è uniforme su tutto l'impianto. A seconda della geometria specifica del layout e del tetto, le aree marginali risultano più sollecitate rispetto alle aree centrali. Per conoscere queste differenze sono stati condotti test specifici in galleria del vento.

 

Schema di zavorramento in Base On

Sulla base di questi test in galleria del vento, Base On determina le aree di carico corrispondenti per ogni singolo sistema e per ogni singolo modulo. Nel calcolo, il carico di vento viene scomposto in un vettore orizzontale e in un vettore verticale per ciascun modulo.

(Imm. Schema di zavorramento in Base On)

Test in galleria del vento

La verifica statica viene quindi effettuata in modo che il peso della zavorra sia superiore alla componente verticale del carico di vento. Inoltre, la componente orizzontale della zavorra, tenendo conto del coefficiente di attrito, deve essere maggiore di quella del carico di vento. Se entrambe queste condizioni sono verificate, viene garantita la verifica statica del sistema.

(Imm. Test in galleria del vento)

Inserimento dell'altezza dell'edificio in Base On

Oltre alle specifiche generali dell'Eurocodice, per ogni progetto devono essere prese in considerazione le caratteristiche specifiche. Particolarmente importanti sono ad esempio la posizione del progetto, l'altezza dell'edificio e il coefficiente di attrito. Sono inoltre importanti le condizioni specifiche del sito per il calcolo del carico di vento.

(Imm. Inserimento dell'altezza dell'edificio in Base On)

Fattori che influenzano lo zavorramento

La geometria di ciascun sistema può alterare in modo significativo il modo in cui il vento agisce sull'impianto.

  • Come influenzano l'inclinazione dei moduli o i frangivento?
    Le pendenze elevate rallentano maggiormente il vento nei margini, ma causano anche un carico orizzontale più elevato in queste aree.
  • Qual è la distanza ottimale tra due file di moduli?
    Minore è la distanza tra le file di moduli, migliore è la schermatura del vento sulla riga successiva.
  • Il vento scorre semplicemente sopra il sistema o può scorrere anche sotto?
    Infine, anche gli spazi tra moduli o tra moduli e il frangivento possono avere un'influenza, se il layout è troppo compatto si può creare una pressione negativa al di sotto dei moduli.


Per questi motivi, è necessario un test specifico in galleria del vento per ciascuna variante. Questi studi d'altronde consentono un idoneo sviluppo dei sistemi per tetto piano ed un'ottimale reazione al carico di vento.

Importanza dello zavorramento

Molti edifici sono stati progettati senza che fosse previsto di installare un impianto fotovoltaico sul tetto. E' quindi importante considerare il carico massimo ammissibile dal tetto durante la progettazione della zavorra. E' in questi casi che i sistemi a ridotto carico di zavorra diventano ancora più interessanti.

Tuttavia, la sicurezza non deve mai essere trascurata, in quanto i moduli con una zavorra sottodimensionata rappresentano un grave rischio per la sicurezza, pertanto il calcolo della zavorra è di grande importanza.

Possibilita di zavorramento

Possibilita di zavorramento
Zavorratura con il supporto Porter su sistema S-Dome e attraverso il supporto integrato del sistema S-Rock.

I sistemi per tetto piatto S-Dome e D-Dome possono essere zavorrati con blocchi in cemento tramite il cosiddetto Porter (vedi immagine a sinistra) o lo Speed Porter (vedi il video in basso). Possono essere utilizzati anche sacchi di sabbia, sacchi d'acqua o simili. In alternativa, se consentito, il sistema può essere ancorato al tetto.

La particolarità del sistema S-Rock è data dalla integrazione del portazavorre alla struttura, poiché l'elemento di supporto del modulo ha una cavità per l'alloggiamento della zavorra, in cui si possono posizionare i blocchi. Ciò riduce il tempo di assemblaggio (vedere l'immagine a destra).

Utilizzo degli SpeedPorter

In questo video viene mostrato come è facile zavorrare i sistemi Dome con gli SpeedPorter.

 

Indietro

Torna indietro